Solo due cose sono infinite:

l’universo e la stupidità umana: ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi. (Cit. Albert Einstein)

Un sabato pomeriggio di fine maggio, in una cittadina, Carpi – culla della Resistenza, fino ad oggi aperta al dialogo con il Diverso, con l’Altro. Anche con il Musulmano, anzi direi soprattutto con esso. Sono molte le famiglie di vecchia e nuova immigrazione che vivono nel nostro Comune, praticando la religione di Maometto. Dovrebbe quindi essere naturale che avvenga una processione per l’Ashura: rito con cui i pakistani sciiti, come pubblicato ieri sera dal settimanale locale “Voce” sulla propria pagina Facebook, commemoranol’assassinio  dell’Imam Husayn, nipote di Maometto, e di 72 seguaci a opera del Califfo Yazid. Il corteo era gestito dalla Polizia Municipale – come è giusto – e comprendeva persone che si flagellavano a mani nude, quindi senza violenza eccessiva né spargimento di sangue, come succede invece in altre comunità.

Ora, io stessa ho incontrato questa manifestazione, mentre andavo per la mia strada: ho dovuto fare una deviazione, ma la cosa è finita lì. Sul momento non mi è venuto spontaneo pensare a niente riguardo a quelle persone che gridavano dibattendosi. Dopotutto siamo nel Paese che ha visto processioni di Flagellanti a Ispica (Sicilia) nel vicino 2013; oltretutto il fervore devozionale qui è molto forte anche nelle sue manifestazioni più blande e inoffensive, come dimostrano le maestose processioni mariane che si svolgono qua e là, soprattutto nel Mezzogiorno. Semplicemente non me ne interesso, anche se apprezzo sempre il folklore e le espressioni delle varie etnie che mi capita di osservare.

Per farla breve, stamattina mi sono svegliata e, sotto al succitato post di VOCE di CARPI, sono stata costretta a leggere una sfilza di commenti offensivi, qualunquisti e colmi di risentimento e razzismo. Li condivido qui sotto – avendo cura di cancellare volti e cognomi, nonostante queste esternazioni becere siano state scritte su di una piattaforma liberamente accessibile. Mi è stato insegnato a non considerare il razzismo un’Opinione, ma anche oggi devo constatare l’ampiezza della sua diffusione: giovani e meno giovani, questa mattina, si sono lasciati trasportare dall’odio, trascinando me e le persone che condividono il mio pensiero nella tristezza. Lo “schifo” che questi concittadini hanno visto in una prova di fede, non molto diversa tra l’altro da quelle del Cattolicesimo, nella presunta inadeguatezza del gesto e della location, hanno lasciato il segno dentro di me. Senza cedere troppo spazio a facili sentimentalismi, vorrei citare un altro Grande del Passato, Karl Popper, filosofo austriaco: “dovremmo rivendicare, nel nome della tolleranza, il diritto a non tollerare gli intolleranti”. Perché, tra chi parlava di “pena”, di “riti tribali”, di “lo facciano a casa loro che noi non andiamo a festeggiare il Natale in Pakistan”, io mi sono sentita veramente fuori posto. E con me tutto la brava gente che ogni giorno lavora per l’integrazione e l’ugualianza, per la pari dignità di tutte le fedi e di tutti i costumi. Prima tra tutti, mia madre, alfabetizzatrice con il progetto EroStraniero, che in questi giorni sta compilando i diplomi da consegnare alle sue alunne, donne di tutte le nazionalità che hanno seguito i suoi corsi di lingua e cultura italiana. Ditemi, voi che straparlate nascosti dietro una tastiera, sta forse perdendo il suo tempo?



Annunci

Informazioni su dedette

Studentessa di Lettere. Non tollera gli intolleranti.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni, Rights, Vecchi post e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...